tirocinio

Cercare lavoro ad Amburgo: il Praktikum

(Dal blog “Hamburger di Amburgo” su Zingarate.com)

10 dicembre 2013

 

Qualsiasi sito, qualsiasi blog è ormai saturo di richieste quanto di risposte, con annessi link a piattaforme web che potrebbero realizzare il desiderio espresso al genio della lampada: trovare un lavoro.

“La Germania non é il paradiso”, anche questa una frase che vi sarà ormai uscita dalle orecchie. Ebbene, purtroppo é abbastanza vicina, se la paragoniamo al resto dei Paesi del Sud Europa in cui il nostro Paese lascia spiccare il suo baratro.

La verità più sorprendente, la differenza più lampante, é che in Germania, un Paese che si fonda sul Welfare con programmi e fondi di supporto ai cittadini, gli uffici di collocamento funzionano davvero. Non sono l’ultima spiaggia di disoccupati e cassintegrati, come potremmo pensare in Italia. Il Bundesagentur für Arbeit è uno sportello dignitosissimo dove andare a registrarsi per cercare un’occupazione corrispondente alle proprie abilità, necessità ed esperienze. Vengono offerti, addirittura, dei servizi internazionali per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro, specie attraverso la piattafroma Jobbörse dove le aziende inseriscono gli annunci e selezionano i candidati, onde evitare qualsivoglia calunnia – anche nella “terra promessa” bisogna aprire bene gli occhi e diffidare di strane richieste come contratti anticipati, colloqui non necessari, dati di carte di credito per accrediti mai pervenuti e roba di questo genere.

pf. Jens Schlueter per spiegel.de

Amburgo, in particolare, non é ancora satolla di italiani che hanno colonizzato ristoranti, alberghi, uffici, parrucchieri e chi più ne ha più ne metta. Ne arrivano tanti, ogni giorno, come dovunque, ma potreste trovare ancora qualche “buco”.


Non voglio, quindi, stilare una lunga lista di “hyper-speranze” che vi connettano a bandi e proposte. Mi limito a segnalarvi i due siti dove ho personalmente trovato le occasioni che mi hanno spinta all’espatrio. Uno è Stellenwerk-hamburg.de , presente in altre città tedesche, ma con domini singoli. Dedicato specialmente agli studenti grazie al contatto diretto con le università, apre posizioni di lavoro durante lo studio con i famosi e discussi mini job a tetto massimo di 450€ mensili. Oppure tirocini per tesi, ma soprattutto l‘apprendistato post-lauream, il cosiddetto Praktikum la cui retribuzione viene stabilita dall’azienda, ma generalmente non supera i 1000€ brutto. Potremmo tradurre questa dicitura con il nostro “lordo”, ovvero: a quella somma bisognerà sottrarre una quota di tasse proporzionale al guadagno, principalmente riguardante le spese sanitarie. Per esempio, con un salario di 1000€ lordi, si “lasceranno” alla krankenkasse almeno 200€. Nella maggior parte dei casi, però, il praktikum diventa il primo impiego, cosÌ quei contributi che possono sembrare eccessivi, diventano solo il primo mattoncino della vostra assistenza futura, un sacrificio che vi verrà puntualmente reso in servizi più che efficienti.

Stesse funzioni di Stellenwerk vengono assolte da Jobmensa, che copre tutta la Germania in un solo sito web, perciò attenti a selezionare la città che vi interessa e pazientate nel creare un profilo con i vostri dati per consultare le offerte ed inoltrare eventuali candidature.

Nel caso in cui, quindi, foste ancora studenti, Amburgo é la città perfetta per un tirocinio in azienda. Perchè, (come in tutto il mondo, in realtà) questi i settori che hanno ancora bisogno di personale: gli ingegneri, i project e content manager, gli esperti di marketing ed informatica qui avranno solo l’imbarazzo della scelta, potendo perfino permettersi di ignorare il problema della scarsa (o nulla) conoscenza del tedesco – che in barba a sogni ed aspirazioni è un ostacolo fondamentale e spesso insormontabile.

Annunci